20140409-105655.jpgLa Capitale Mondiale della Dieta Mediterranea, in collaborazione con Legambiente, lancia la campagna di piantumazione delle sementi degli antichi prodotti dell’agricoltura

E’ la risposta della città di Pollica, riconosciuta dall’Unesco come Capitale Mondiale della Dieta Mediterranea, a quanti vorrebbero sfregiare la nostra agricoltura di qualità con i prodotti OGM. L’iniziativa, lanciata dalla località cilentana in collaborazione con Legambiente Campania, prevede infatti la distribuzione gratuita delle antiche sementi dei prodotti agricoli che contribuiscono a definire la dieta mediterranea, quella composizione cioè di alimenti messa a punto negli anni “40 dallo scienziato americano Ansel Keys proprio qui a Pollica. “Mentre in altre parti d’Italia qualcuno ricorre alla giustizia amministrativa contro il decreto che proibisce gli OGM – dichiara Stefano Pisani, sindaco della cittadina – noi a Pollica vogliamo ripartire dalla nostra storia e dall’origine della buona alimentazione. Abbiamo deciso così di piantare letteralmente la storia offrendo a chi ne fa richiesta la possibilità di mettere a dimora gli antichi semi dei nostri migliori prodotti agricoli. Una risposta sana e gustosa a chi vorrebbe banalizzare l’agricoltura italiana con organismi geneticamente modificati che rischiano di impoverire i nostri agricoltori e la nostra alimentazione”.

Le antiche sementi saranno messe a disposizione gratuitamente di quanti ne faranno richiesta nelle giornate dell’1 – 2 e 3 maggio, durante il Festival VIVIAMOCILENTO, un’occasione per arricchire il proprio orto o il proprio balcone con i migliori prodotti dell’agricoltura cilentana e per visitare una delle più belle località costiere della nostra penisola, premiata con le Cinque Vele di Legambiente
#piantiamolastoria: NO OGM, si made in Italy, si produzioni biologiche, si alla libertà di scegliere la propria storia!!!

Share →